Negoziazione e intimità

La negoziazione è una forma di comunicazione che può avvenire anche nell’intimità. Comunicazione ed intimità sono strettamente collegate nelle relazioni di coppia e tale legame permette che l’intimità da concetto intrapsichico si traduca in azione. 

Nel modello teorico di Cusinato e L’Abate (1992) , il “modello a spirale”, il primo fattore è la “capacità dei partner di comunicarsi reciprocamente i propri valori personali” in virtù del quale gli autori ritengono che nella vita di coppia la comunicazione assume delle qualità specifiche quando diventa negoziazione, durante la quale la coppia ha degli obiettivi comuni da raggiungere con confidenza e disponibilità.

Uno degli aspetti più importanti e delicati dell’intimità è la relazione sessuale.

Secondo i dati del Censis nel rapporto annuale del 2000, il 40,3% degli individui intervistati ritiene che la sessualità è un mezzo per esprimere i propri sentimenti e per rafforzare il rapporto di coppia; il 16,9% degli intervistati ritiene che il rapporto sessuale aiuta a conoscere meglio il partner e a stargli vicino, dando una visione della sessualità che esalta soprattutto la relazione di coppia.

La relazione sessuale è un momento della vita di coppia estremamente emotivo, ed un rifiuto in tale ambito non è facile da gestire: è per questo che spesso le persone preferiscono non comunicare al partner quali sono le proprie aspettative, le proprie sensazioni oppure tendono a discuterne in modo indiretto, distaccato ed imbarazzato. Quest’atteggiamento tende a peggiorare i rapporti di coppia e le situazioni sessuali: infatti, come si evince dalla letteratura, spesso i problemi della sfera sessuale derivano da problemi più comunicativi che fisici.

Per questo le persone tendono a far affidamento sulla percezione di abilità per selezionare i partner sessuali e decidere se usare o meno il preservativo, sia nelle relazioni stabili che in quelle occasionali (Buysse, 1998; Buysse A., Ickes W., 1999; Maticka-Tyndale, 1991).

Nelle relazioni stabili ci sono due punti di vista che portano le persone a dare per scontata la sicurezza sessuale del partner: da una parte esiste la visione romantica del rapporto secondo la quale si ritiene che le relazioni stabili, intime siano relativamente chiuse ed esclusive (Snyder & Simpson, 1987); che tali relazioni siano basate sulla fiducia, sull’avere cura del partner, sull’avere una comunicazione semplice, un comfort generale e sulla sicurezza nella presenza e nella sincerità del partner (Wilmot & Baxter, 1983); che il sesso nelle relazioni stabili è centrato sulla persona ed è visto come un’espressione d’amore e di affetto, ed è un modo per aumentare l’intimità emozionale della relazione (Reiss, 1967).

Dall’altra parte, esiste un punto di vista più cinico che considera che il romanticismo non garantisce la fedeltà e la salute sessuale dell’altro e che le discussioni sul sesso sicuro nelle relazioni intime sono spesso associate a sospetti, distanza psicologica e formalità (Metts & Fitzpatrick, 1992).

Evitare l’argomento direttamente o indirettamente, può essere usato per minimizzare lo stress derivante da una discussione del genere, che vede le persone combattere cognitivamente contro diversi conflitti d’interesse, ad esempio l’indecisione fra chiedere ad un partner sessuale di usare un preservativo per la propria sicurezza contro la paura di offenderlo o di rovinare l’atmosfera (Gilbert & Krull, 1988; Gilbert, Pelham, & Krull, 1988; Ickes & Simpson, 1997).

Come gestire la comunicazione di coppia nell’ambito del rapporto sessuale?

I rimedi esposti dalla letteratura sono tecniche volte ad instaurare una comunicazione basata sull’esternazione dei propri bisogni e desideri, sulla comprensione di quelli del compagno, sull’instaurarsi di un clima di fiducia, sulla negoziazione degli interessi comuni e sulla finale risoluzione del conflitto.

Written by

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Etiam libero diam, elementum eget porttitor at, tincidunt at nulla.

No Comments Yet.

Leave a Reply

Message