Cos’è

 

Vivendo in una società fondata su lavoro, impegni e responsabilità del quotidiano, abbiamo sempre più bisogno di trovare degli spazi personali di benessere. Ma cos'è il ben-essere?
L'O.M.S. ha indicato la promozione della salute come l'obiettivo principale della medicina e ha definito la salute come una condizione di benessere fisico, psicologico e sociale. Goldwum (2002) ritiene che il benessere soggettivo sia l'essenza della qualità della vita. Il benessere soggettivo comprende una componente cognitiva ed una emotiva (Colombo, 2006). Quella emotiva implica emozioni positive e poche emozioni negative (Diener, 2002); quella cognitiva corrisponde al giudizio che una persona dà alla propria vita in generale e in relazione agli ambiti più generali di cui è composta (Colombo, 2006).
Vivendo in un mondo di complessità sociale fatto di appuntamenti, responsabilità e altro, facciamo meno attenzione a noi stessi e ciò comporta il rischio di perdere il nostro equilibrio emotivo o salute fisica e il nostro senso di ben-essere.
Secondo il modello di Antronovsky (1987) qualificato come salutogenico, comprendere le componenti ed i processi che generano salute e promuovere il conseguimento di benessere, necessita l'uso di strumenti concettuali diversi rispetto a quelli utilizzabili per la comprensione dei processi disfunzionali di natura patogena. Per questo l'obiettivo è studiare ciò che consente all'uomo di procedere dentro la complessità delle circostanze della vita mantenendo un livello di ben-essere adeguato ovvero funzionale al costante conseguimento di un rapporto ottimale con la realtà. I recenti orientamenti di ricerca in materia di resilienza e di crescita post-traumatica riprendono e sviluppano quelli delineati nel modello salutogenico, ma soprattutto si soffermano sulla funzione protettiva che alcune componenti psicologiche svolgono nei confronti dello stress, per favorire l'adattamento ed aumentare una probabilità di esito salutistico positivo (Magrin, 2006).
In anni più recenti, Siegel (2009) propone il "triangolo del benessere" ("triangle of well-being") che è un modo metaforico per visualizzare l'energia ed il flusso di informazioni. Uno dei punti del triangolo è la Mente: la regolazione dell'energia ed il flusso di informazione; un altro sono le Relazioni: la condivisione dell'energia ed il flusso di informazioni; un altro ancora è il Cervello (o la distribuzione del sistema nervoso attraverso tutto il corpo), che abbraccia i meccanismi neurali dell'energia e del flusso di informazioni. Questa regolazione, condivisione ed il meccanismo fisico dell'energia e del flusso di informazione può essere visto come l'essenza dell'esperienza umana. Quando ci focalizziamo sul ben-essere, possiamo pensare ad una Mente coerente, a Relazioni empatiche, e ad un sisitema nervoso flessibile e adattabile, il Cervello integrato. Ognuno di questi elementi di base si influenza reciprocamente e riflette lo stato di integrazione energetica e del flusso di informazioni. L'integrazione della coscienza coinvolge il collegamento di diversi aspetti dell'attenzione in uno stato di attenta consapevolezza del momento. Un modo per capire l'attenta consapevolezza e le sue possibili correlazioni con l'integrazione neurale, attaccamento sicuro e psicoterapia è stato il seguire questo processo:

1. regolazione corporea; 2 comunicazione armonica; 3. bilanciamento affettivo; 4. modulazione della paura; 5. risposta flessibile; 6. comprensione di sè o "insight"; 7. empatia; 8. moralità; 9. intuizione.

Comunicazione intersoggettiva, benessere somatico e relazionalità attiva con l'ambiente fisico sono tre sistemi affettivi e motivazionali "al servizio della vita" che integrano continuamente esperienze ed azioni (Trevarthen, 2009).

Colombo, F. (2006). Il benessere soggettivo e la ricerca della felicità. Newsletter di Psicologia Positiva, 3, 1.
Diener, E. (2000). Subjective Well-Being. The science of happiness and a proposal for a national index. American Psychologist, 55, 34-43.
Goldwurm, G.F. (2002). Apprendere la “felicità” per migliorare la qualità della vita: una questione aperta. Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale, 1, 3, 35-47.
Siegel, D.J. (2009). Emotion as Integration: A Possible Answer to the Question, What Is Emotion? In Fosha, D., Siegel, D.J., Solomon, M.F. (2009). The Healing Power of Emotion: Affective Neuroscience, Development & Clinical Practice. New York: Norton.
Trevarthen, C. (2009). The functions of Emotion in Infancy. In Fosha, D., Siegel, D.J., Solomon, M.F. (2009). The healing power of emotion: affective neuroscience, development & clinical practice. New York: Norton.


Tutti gli articoli sul Ben-Essere

 
  • Forum di Psicologia

    novembre 12, 2012  |  No comments

    E’ attivo il forum di psicologia del sito web all’indirizzo seguente: psicheinforum.forumattivo.it Nel nostro forum di psicologia potrai interagire con altri utenti e raccontare la tua storia. Fare domande ed ottenere risposte. Al momento il forum di psicologia è nuovo, per cui il tuo contributo...

    Read more
  • La negoziazione in ambito sessuale.

    novembre 12, 2012  |  No comments

    La negoziazione in ambito sessuale può emergere sia all’interno di un rapporto stabile che all’interno di un rapporto occasionale. Le ricerche svolte nell’ambito della prevenzione nei confronti di AIDS e di Malattie Sessualmente Trasmissibili (MST) hanno affrontato tutti quegli aspetti che potevano esporre l’individuo a...

    Read more